Menu
Cerca
serie b

L’Entella pareggia a Ferrara: “Con la Cremonese bisogna vincere”

Biancocelesti a caccia dei 3 punti per raggiungere i playout

L’Entella pareggia a Ferrara: “Con la Cremonese bisogna vincere”
Sport Chiavari - Lavagna, 13 Marzo 2021 ore 13:30

Un punto d’oro per l’Entella che ieri sera, venerdì 12 marzo, ha affrontato a Ferrara la Spal. Il match è terminato 0 a  Se è vero che il punto serve a poco nell’ottica della classifica, potrà servire per il morale. L’Entella si trova infatti all’ultimo posto della classifica di Serie B e ieri sera ha conquistato il quarto pareggio di fila e il quarto in senso assoluto nell’era Vivarini.

Le parole di mister Vivarini

Abbiamo giocato una buona partita”, spiega Mister Vivarini, “La squadra ha è scesa in campo con il giusto atteggiamento, contro un avversario davvero molto forte la cui qualità non la scopriamo certo questa sera. Siamo stati presenti per tutta la partita giocando con intelligenza e grande compattezza. Mi è piaciuto lo spirito di sacrificio di tutto il collettivo e penso che in alcune occasioni avremmo avuto la possibilità di fare gol, se avessimo sfruttato meglio le chance create. Ho avuto delle risposte incoraggianti anche dai giocatori subentrati dalla panchina e questo mi lascia molto soddisfatto. È chiaro che adesso, però, ci manca la vittoria. Questo punto deve darci ulteriore consapevolezza e forza nel preparare la prossima partita, in casa, contro la Cremonese. Il campionato mette in palio ancora tanti punti e sono certo che una vittoria potrebbe darci un’ulteriore spinta per poter provare a dire la nostre in questo finale di stagione. Con questo atteggiamento, infatti, una volta ritrovati i tre punti, per me tutto può ancora succedere. La fase difensiva? Nelle ultime tre partite non abbiamo subito gol. Questo è un risultato importante da cui ripartire per fare tre punti martedì”.

La soddisfazione di Borra

Mezz’ora prima del fischio di inizio a Ferrara, il portiere Alessandro Russo si è tagliato un dito: al suo posto è entrato Daniele Borra, che non giocava da dicembre.

“Quando ho capito che sarebbe toccato a me ho cercato di rimanere tranquillo e di pensare solo a fare bene”, commenta il portiere biancoceleste, “Ho fatto tutto il possibile per cercare di sfruttare al massimo questa chance senza farmi prendere dalla frenesia. Aspettavo da diversi mesi un’occasione e ho cercato di dare il massimo per me, ma sopratutto per la squadra. Con il passare dei minuti, anche grazie ai miei compagni, ho preso sempre più sicurezza è certamente la parata su Sala mi ha dato molta forza. Ho provato a trasmettere tranquillità ai compagni anche con delle uscite sulle palle inattive per cercare di spezzettare i loro momenti di maggiore pressione e penso che alla fine, si possa tornare a casa con un punto estremamente meritato. La fase difensiva è stata davvero impeccabile: ricordo un’azione nella quale i difensori hanno ribattuto 4 tiri consecutivi della Spal, immolandosi su ogni pallone per difendere il nostro fortino. Ovviamente la vittoria ci manca, ma questa sera abbiamo dato un segnale importante. La squadra è viva e con la Cremonese cercheremo di portare a casa il risultato pieno”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli