la sanzione

Maxi-multa e stop del mercato: Lavagnese e Spezia punite per il tesseramento di minorenni nigeriani

Lo Spezia Calcio è accusato di aver violato le norme sull'immigrazione e Lavagnese e Valdivara di aver avuto parte attiva nel sistema

Maxi-multa e stop del mercato: Lavagnese e Spezia punite per il tesseramento di minorenni nigeriani
Sport Chiavari - Lavagna, 16 Luglio 2021 ore 14:41

Una sanzione di 4.000 franchi svizzeri e il blocco del mercato per quattro periodi registrazione: è quanto la Commissione Disciplinare della FIFA ha imposto alla Usd Lavagnese 1919 e al Valdivara 5 Terre nell'ambito dell'indagine che ha portato a una vera e propria stangata per lo Spezia Calcio.

Immigrazione di minorenni nigeriani

La squadra ligure di serie A dovrà infatti pagare una sanzione di ben 400mila franchi svizzeri e due anni di blocco del mercato: una punizione durissima contro la quale la squadra ha già annunciato ricorso. Lo Spezia è accusato di aver fatto arrivare un numero troppo elevato di ragazzini dalla Nigeria minorenni e di averli tesserati, contravvenendo al regolamento FIFA sullo status e il trasferimento dei giocatori, oltre che alle norme nazionali sull'immigrazione. Secondo il disposto della Commissione FIFA, inoltre, lo Spezia Calcio avrebbe ammesso le proprie responsabilità.

La pena ha coinvolto, seppur in misura minore, anche il club di Lavagna e quello della provincia spezzina che, secondo la FIFA, hanno svolto un ruolo attivo nel sistema di trasferimento dei giocatori utilizzato dallo Spezia Calcio dal 2013 al 2018.