Menu
Cerca
serie b

Nizzetto: “Ci stiamo impegnando tutti, nessuno escluso”

Il centrocampista dell'Entella dopo il confronto con i tifosi: "Ci assumiamo tutti le nostre responsabilità"

Nizzetto: “Ci stiamo impegnando tutti, nessuno escluso”
Sport Chiavari - Lavagna, 14 Dicembre 2020 ore 14:01

Dopo la sconfitta contro l’Empoli i tifosi dell’Entella si sono riuniti fuori dallo stadio Comunale di Chiavari per parlare con i giocatori e manifestare la propria delusione. La squadra, che attualmente si trova all’ultimo posto in classifica, non ha ancora conquistato la prima vittoria stagionale.

Le parole di Luca Nizzetto

Ne parliamo con il centrocampista Luca Nizzetto che, in questi anni, nel bene e nel male ci ha sempre messo la faccia. Nizzetto, che è stato fermo per diversi mesi, ora è pronto per rientrare: «Sono in panchina a disposizione del mister da due partite». La lontananza dal campo è stata difficile da sopportare: «Purtroppo ho avuto una serie di problemi di fila e il primo ad essere dispiaciuto di non poter dare una mano agli altri sono io. Ma ho cercato di stare vicino alla squadra sempre». E ritornando sullo scambio di vedute tra i tifosi e il capitano Paolucci fa chiarezza: «Ci tengo a sottolineare che la faccia ce la mettiamo tutti perché tutti ci rendiamo conto della situazione e tutti siamo responsabili. Nessuno si tira indietro, sotto il profilo dell’impegno garantisco io anche per gli altri. I limiti ci sono e ci saranno sempre, bisogna evitare il più possibile gli errori» .

E Nizzetto mette la mano sul fuoco sul fatto che nessuno stia tirando indietro la gamba anzi: «Questo è un momento di difficoltà mi sembra palese. Siamo partiti purtroppo male e quest’anno abbiamo avuto tante difficoltà, a partire dagli infortuni pesanti che hanno lasciato fuori giocatori importanti per parecchio tempo e stiamo cercando di recuperarli». Un’Entella in ricorsa a caccia di punti: «Partire con quest’handicap non è facile. I risultati non ci danno la possibilità di lavorare con quella serenità che servirebbe». A contare ovviamente sono i i punti che ancora mancano, ma Nizzetto guarda il bicchiere mezzo pieno commentando le prestazioni delle ultime partite che sono migliorate: «Ieri (il 12 dicembre ndr) nei primi sessanta minuti siamo stati perfetti contro l’Empoli».Poi la squadra ospite ha rovesciato il match chiudendolo per 5 a 2.

Il confronto con i tifosi

«I numeri e la classifica dicono che ci manca qualcosa. Non possiamo neanche rispondere o controbattere. Io voglio difendere i miei compagni dal punto di vista dell’impegno. Ben venga che i tifosi abbiano un confronto con noi, più ci sono rapporti e meglio è. Ora anche per il fatto del Covid è tutto più difficile, gli stadi chiusi condizionano questi rapporti. Tutti noi ci assumiamo le nostre responsabilità, nessuno escluso».

Durante gli allenamenti i giocatori porteranno sulle spalle anche le critiche e le delusioni dei tifosi: «Il calcio è una delle poche gioie che in questo momento possiamo dare ai tifosi e quindi ci sentiamo doppiamente delusi. Penso non ci sia un solo giocatore o componente della società che andando a casa non abbia detto “potevo fare di più”,  o che non ci stia male dopo un risultato negativo».

Ora arriverà la partita contro il Monza: «Tutte le partite  di questo campionato saranno difficili, compresa quella di martedì. Dobbiamo portare avanti quello che stiamo facendo e andare avanti con i progressi fatti nelle ultime settimane. Abbiamo sempre affrontato le difficoltà, cercheremo di partita in partita di fare sempre meglio.  Siamo sulla buona strada».

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli