Menu
Cerca
ginnastica artistica

Pro Chiavari vince tutti, en plein di titoli regionali

Massima soddisfazione per la società chiavarese che, nonostante il difficile periodo, può festeggiare questi importanti quanto storici successi

Pro Chiavari vince tutti, en plein di titoli regionali
Sport Chiavari - Lavagna, 26 Aprile 2021 ore 15:05

Sabato 25 aprile, a Savona, si è tenuta la terza ed ultima prova regionale di categoria gold (massimo livello nazionale) per le ginnaste allieve. Una gara particolarmente importante perché venivano assegnati i titoli regionali e i punteggi validi per la qualificazione ai Campionati Italiani di maggio.

Le atlete della Pro Chiavari che, da più di sei mesi sono senza palestra, in quanto l’impianto comunale che le ospitava è stato chiuso ad ottobre per un crollo strutturale, sono arrivate a questo importante appuntamento con le idee ben chiare su quali fossero gli obiettivi, ma con la consapevolezza di essersi allenate in condizioni sicuramente sfavorevoli, dati i continui e dovuti spostamenti in cerca di ospitalità.

Nello sport, si sa, le difficoltà diventano quasi sempre uno sprono, uno stimolo a superarsi ancora, e così ha fatto il giovanissimo gruppo della Pro Chiavari allenato da Silvia Vatteroni e Silvia Cella.

Nella categoria L1 (classe 2012): oro e titolo regionale per Rebecca Torricini che strappa il pass per i Nazionali, bronzo per la compagna di squadra Sabina Buzzati e quinto posto per la piccolissima Vanessa Tronchi Marchetti.

Nella categoria L2 (classe 2011): oro e titolo regionale per Elisa Pizzorno, che sta già pensando ad incrementare i suoi esercizi in vista degli Italiani, così come la compagna Emily Botto, quarta in classifica.

Infine, in L3 (classe 2010), vince il titolo con una doppietta di ori e un ampio distacco, Alessia Marena, già campionessa nazionale nel 2019; sesto posto invece, per Aurora Frittitta, protagonista di una buonissima prova.

Massima soddisfazione per la società chiavarese che, nonostante il difficile periodo, può festeggiare questi importanti quanto storici successi, ma il desiderio ora è uno solo: ritornare, in sicurezza e al più presto, nella loro “seconda casa”.