Pro Recco, Sukno fermo due mesi per accertamenti cardiologici

Gli esami di idoneità e controllo cardiologici hanno suscitato preoccupazioni, stop in attesa di ulteriori verifiche

Pro Recco, Sukno fermo due mesi per accertamenti cardiologici
14 Ottobre 2017 ore 08:33

Necessari accertamenti cardiologici dopo l’esame di controllo a inizio stagione: Sukno dovrà rimanere a riposto per almeno due mesi, in attesa delle verifiche.

Sandro Sukno fermo due mesi

La Pro Recco Waterpolo 1913 ha reso noto che l’esito degli esami cardiologici di controllo eseguiti sul giocatore Sandro Sukno, prima dell’inizio della stagione, hanno richiesto ulteriori accertamenti. Il giocatore biancoceleste è stato visitato dal professor Paolo Zeppilli e dovrà rimanere a riposo per un paio di mesi prima di poter riprendere l’attività agonistica.

Come comprensibile, nel rispetto e nella tutela della privacy dell’uomo prim’ancora che quella del giocatore, la società di pallanuoto non ha rivelato ulteriori, più specifici dettagli sulla condizione che ha portato alla decisione dello stop cautelativo in attesa di ulteriori accertamenti.

Il presidente Felugo e tutta la famiglia biancoceleste si sono dichiarati al fianco di Sandro, certi che da grande campione saprà superare anche questo momento difficile.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità