Sport

Serie B, tutto pronto per Entella - Foggia

Dopo la sconfitta contro il Perugia, i biancocelesti cercano il riscatto al Comunale

Serie B, tutto pronto per Entella - Foggia
Sport 26 Gennaio 2018 ore 18:11

Domani, sabato 27 gennaio, l'Entella giocherà al Comunale contro il Foggia. Voglia di riscatto per la squadra biancoceleste che, la settimana scorsa, ha perso contro il Perugia 2 - 0.

Entella - Foggia al Comunale di Chiavari

Dopo la bruciante sconfitta allo Stadio Curi contro il Perugia, l'Entella si prepara ad affrontare il Foggia al Comunale. La 23esima giornata, seconda del ritorno, sarà arbitrata a Chiavari da Daniele Martinelli  della sezione di Roma 2, coadiuvato dagli assistenti: Vincenzo Soricaro  di Barletta e Valerio Vecchi  della sezione di Lamezia Terme. Il ruolo del quarto uomo è stato affidato a Francesco Meraviglia di Pistoia.

Prima chiamata per il neo-acquisto Aliji. Il calciatore naturalizzato albanese, che ha scelto il numero 3, fa infatti parte del gruppo biancoceleste chiamato da mister Aglietti a sfidare il Foggia. Ecco nel dettaglio le scelte del tecnico. Presenti i portier Iacobucci, Paroni, Massolo. Chiamati a raccolta i difensori Ceccarelli, Pellizzer, Benedetti, Aliji, Belli, De Santis, Brivio, Baraye.

Per i centrocampisti : Di Paola, Ardizzone, Nizzetto, Eramo, Crimi, Currarino, Acampora. Convocati gli attaccanti Diaw, Gatto, De Luca, La Mantia, Aramu.

Le parole di Crimi

«A inizio stagione si avevano grandi aspettative sull'Entella ma ogni anno è una storia a sè. Nulla è perduto. Cercheremo di dare il massimo e guarderemo partita per partita. Il nostro obiettivo resta la salvezza, e bisogna raggiungerla il più in fretta possibile. Se i tifosi sono scoraggiati... faremo in modo di farli ricredere». A partire dalla partita con il Foggia. L'intervista completa, al centrocampista Marco Crimi, sull'Urlo del Comunale.

 

L'avversario, il Foggia

I rossoneri dopo una storia lunghissima e per alcuni tratti esaltante, provengono invece da diciannove anni di calvario nei quali è stato necessario anche ripartire dalla serie d, ma finalmente dopo la trasferta per soli 1000 fortunati nel Lazio a Fondi si è rotto l’incantesimo con il trionfo ed il ritorno in serie B; la festa in piazza invece è stata per tutte le 30 mila persone che si sono riversate in strada.

Un momento difficile per la società, ma in campo potrebbe essere tutta un'altra storia.