Serie D: domani Rignanese-Sestri Levante e Lavagnese-Sanremo

Corsari fuori casa contro la Rignanese per sfatare il tabù trasferta, al Riboli di Lavagna arrivano i lanciatissimi matuziani

Serie D: domani Rignanese-Sestri Levante e Lavagnese-Sanremo
11 Novembre 2017 ore 13:02

Serie D, domani per la 12esima giornata di campionato sono in programma Rignanese-Sestri Levante a Rignano sull’Arno e Lavagnese-Unione Sanremo a Lavagna

Corsari fuori casa contro la Rignanese per sfatare il tabù trasferta

Sfatare il tabù trasferta. Il Sestri Levante, dopo essere tornato alla vittoria domenica 5 novembre in casa contro il Montecatini, cerca un risultato positivo anche domani, domenica 12 novembre, a Rignano Sull’Arno, città natale il segretario del Partito democratico Matteo Renzi. L’ex presidente del Consiglio, che è nato in questo paese alle porte di Firenze, ultimo lembo del Valdarno Superiore Nord, ha un affetto particolare per i colori biancoverdi visto che ha militano nelle giovanili della Rignanese negli anni ’80. I corsari, nonostante gli avversari godano di questa illustre simpatia, vogliono conquistare i tre punti in questo scontro diretto per la salvezza: il Sestri Levante ha 12 punti in classifica, la Rignanese 8 punti ma con una partita da recuperare, quella che doveva disputarsi domenica 5 novembre ad Albissola ma che è stata rinviata a causa dell’allerta meteo. Per i rossoblu, dunque, c’è da sfatare il tabù trasferta. Al Sivori il rullino di marcia è decisamente positivo: su cinque partite disputate in casa, la squadra allenata da Antonio Dell’Atti non ha mai perso, ottenendo 3 vittorie e 2 pareggi. Trend negativo, invece, lontano dalla città dei due mari: l’Unione, infatti, non ha mai vinto, conseguendo solo 1 pareggio e ben 5 sconfitte in sette trasferte. Il giudice sportivo, intanto, in vista della Rignanese, non ha fermato nessuno giocatore corsaro. D’Ambrosio torna a disposizione dopo aver scontato una giornata di squalifica contro il Montecatini, da valutare le condizioni di Armato, uscito dopo appena cinque minuti di gioco proprio contro i termali. Ancora infortunati i difensori Pane e Pedetta e il portiere titolare Ardoino anche se i tre giocatori sono in via di guarigione.

Al Riboli di Lavagna arrivano i lanciatissimi matuziani

Questa volta è vietato sbagliare. Dopo aver raccolto, anche per colpa della sfortuna, solo un punto nei due precedenti scontri diretti, entrambi al Riboli, contro Ponsacco e Seravezza, la Lavagnese ospiterà la lanciatissima Unione Sanremo. Altro scontro al vertice che i bianconeri devono vincere. Vuoi perché, appunto, contro le due squadre toscane, è arrivato un pareggio e una sconfitta, vuoi perché la squadra di Gabriele Venuti, al momento, ha una partita in meno, dunque, con un leggero ritardo in classifica a causa del maltempo. Nell’ultimo turno di campionato, infatti, i bianconeri, impegnati a Genova contro il Ligorna, hanno visto la propria gara sospesa alla mezz’ora del primo tempo sul risultato di 1-1 a causa della forte pioggia che ha reso impraticabile il terreno di gioco. Forse, a ben guardare, un briciolo di fortuna in un periodo costellato da diversi infortuni. La possibilità di rigiocare la partita (si parla di giovedì 21 dicembre come possibile data per il recupero) con tutti gli effettivi, è il bicchiere mezzo pieno da guardare. L’attualità, invece, dice che domani, domenica 12 novembre, con calcio d’inizio alle 14:30, Venuti dovrà fare a meno, probabilmente, del portiere titolare Nassano mentre sono da valutare le condizioni di Avellino e Basso, ultimamente presi di mira da problemi fisici. A Lavagna, oltre ai tifosi matuziani, possibile arrivo di qualche ultras della Virtus Entella: tra biancoazzurri e biancocelesti, infatti, esiste un forte gemellaggio che dura da anni

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità