Sport

Verso il Giro d’Italia ciclocross 2021

Il percorso si snoderà a Calvari interessando via Patrania, l’area dell’Expo e il campo sportivo

Verso il Giro d’Italia ciclocross 2021
Sport Valli ed entroterra, 03 Gennaio 2021 ore 17:36

L’assessore allo sport Franco Queirolo e Roberto Portunato dirigente della D’Amico UM Tools nonché presidente del Velo Val Fontanabuona, sono al lavoro per portare nel 2021 una tappa del Giro d’Italia di ciclocross in vallata.

San Colombano

In queste settimane sono proseguiti i sopralluoghi a Calvari dove si svolgerà la gara. Il percorso si annuncia quanto mai suggestivo, coinvolgerà il centro storico, il sentiero di via Patrania, l’area che ospita l’Expo Fontanabuona e infine il campo sportivo. Un tracciato in grado di rispondere a tutte quelle che sono le esigenze tecniche quando si tratta di organizzare un ciclocross di valenza nazionale. Sono previsti brevi tratti in asfalto lungo la ss “225 della Fontanabuona”, l’attraversamento di campi dove saranno posizionati ostacoli e soprattutto via Patrania che agli appassionati di ciclismo ricorda la Parigi – Roubaix. Circuito che dovrebbe misurare circa 2,5 chilometri da ripetere più volte. Si inizierà al mattino con le prime gare per poi proseguire nel pomeriggio quando si svolgerà la prova riservata alla categorie elite e under 23. Già dal giorno prima il percorso sarà a disposizione degli atleti per le prove di rito. Se dal punto di vista tecnico le scelte fatte da Queirolo e Portunato sono interessanti e incontreranno il favore degli atleti, gli occhi sono ora puntati sulla promozione per il territorio. Basti pensare che per la prima volta il Giro d’Italia che quest’anno traguarda l’11^ edizione, farà tappa in Liguria. Prevista la partecipazione di atleti provenienti da tutta l’Italia. San Colombano sarà invasa dalle biciclette. Gli organizzatori sono al lavoro per coinvolgere le strutture ricettive presenti sul territorio in quanto si prevede una partecipazione massiccia che vedrà interessati persino gli alberghi della costa. All’ASD Romano Scotti di Roma che organizza il Giro il compito di indicare la data. Il patron Fabio Scotti, anche commissario tecnico della nazionale di ciclocross, è al lavoro per evitare concomitanze con importanti gare internazionali, si può però ipotizzare una delle domeniche del mese di novembre. Gli sforzi di Queirolo e Portunato sono tesi alle ricerca delle risorse economiche che una manifestazione di tale importanza comporta. Per la Fontanabuona si annuncia un’occasione memorabile destinata a diventare un appuntamento fisso, per questo motivo si confida nell’intervento sostanziale della Regione Liguria di altri enti e di sponsor.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità