Tempo libero
L'iniziativa

La mostra "Resilienza incisiva" alla Società Economica di Chiavari

Sabato 28 gennaio alle 17 l'inaugurazione di questa esposizione di Enrico Nassano

La mostra "Resilienza incisiva" alla Società Economica di Chiavari
Tempo libero Chiavari - Lavagna, 24 Gennaio 2023 ore 11:36

Sabato 28 gennaio alle 17 si terrà l’inaugurazione della mostra “Resilienza incisiva” di Enrico Nassano, che rimarrà in esposizione a Chiavari, presso la Galleria G. F. Grasso, in piazza San Giovanni 3, sino al 4 febbraio.

La mostra

“Resilienza incisiva” è una mostra che parla di uno stato d’animo e di una convinzione che accompagna l’artista in un periodo complicato. Le radici delle opere esposte affondano nelle settimane del primo lockdown causato dal Covid 19.

«Un periodo difficile, indelebile, che ha coinvolto tutti senza distinzioni e che ha ridefinito, seppur per breve tempo, le nostre libertà»

così commenta l’artista

«prima fra tutte la socialità e tutte le interazioni ad essa connesse, rappresentando ciò che più ci manca e tutto quello che ci resta di valore, il tutto miscelato a raffigurazioni retoriche dei molteplici cambi umorali di un periodo così travagliato».

Si notano tre diversi tipi di scelta artistica: diversificazione delle linee, incastri di colori, ed infine impurità e differenze.

Tutte le creazioni esposte sono state pensate, e in seguito messe a punto, seguendo un preciso filo logico ispirato per buona parte all'oriente ed in particolare all’interesse dell’autore per il disegno giapponese, che ha portato l’artista ad usare per alcuni dei pezzi esposti fogli di carta di riso.

«Rivalutiamo le cose “semplici” della nostra quotidianità ed impariamo a vederle con occhi diversi, senza la fretta che la società ci impone, ma soprattutto senza i parametri che essa ci propina come unica scala di valutazione. Ritorniamo ad essere individui pensanti, autodefiniti, nel collettivo, non semplici numeri o “ingranaggi”; solo così potremo essere di nuovo consci delle cose buone che ognuno di noi ha nel proprio quotidiano ed apprezzarle appieno».

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.30 e sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30.

L’artista

Classe ‘95, dopo gli studi classici decide di iscriversi all’Istituto d’arte E. Luzzati, dove si diploma Maestro d’arte. Prosegue il suo percorso formativo all’Università di Architettura dell’Ateneo genovese e contemporaneamente ad esso coltiva per circa 4 anni un percorso pittorico. Nel corso degli anni partecipa a varie mostre e collettive del comprensorio, apprendendo da altri artisti e collaborando con alcuni enti culturali del Tigullio.
Successivamente scopre e coltiva un vivo interesse per le, per lui “nuove”, tecniche artistiche della linoleografia e della serigrafia, le quali lo accompagnano oramai da qualche anno, affiancando il lavoro di disegnatore, nella sua quotidianità; l’apertura di un piccolo laboratorio artistico chiamato Oianeigra segna un punto di svolta nella vita dell’artista permettendogli di incidere e stampare i disegni e le grafiche da lui create.
L’ analisi delle linee principali della costruzione figurativa viene affiancata da un nuovo interesse per le emozioni e le suggestioni che suscita una composizione artistica, espletato mediante la raffigurazione di ritratti e scene naturali, da sempre a lui molto care. La passione e la capacità di sentire il disegno artistico come un veicolo di narrazione di sé stesso e della realtà che lo circonda è il filo conduttore che lega la crescita dell’artista attraverso gli anni e le varie fasi da lui attraversate, contribuendo al contempo ad essere il carburante necessario per il prosieguo del suo personale percorso.

Seguici sui nostri canali