Sagre e feste
val fontanabuona

"La Nocciola in Tavola", successo per l'iniziativa

Domenica 4 dicembre alle 15 l’evento “Note femminili - le donne e la musica tra ‘600 e ‘700"

"La Nocciola in Tavola", successo per l'iniziativa
Sagre e feste Valli ed entroterra, 01 Dicembre 2022 ore 12:33

Prosegue con successo l'iniziativa turistico-gastronomico-turistica LA NOCCIOLA IN TAVOLA organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di San Colombano Certenoli, che vede coinvolti numerosi ristoratori del territorio comunale.

Il programma

La kermesse ha avuto un esordio felicissimo, tutti i ristoratori infatti hanno confermato “il pienone” nei locali e la soddisfazione da parte degli aderenti all’iniziativa.

Il programma di questa settimana prevede ancora ricchi menù a cura dei ristoratori del Comune di San Colombano Certenoli con l’utilizzo della “Nocciola Misto Chiavari” e di altri numerosi prodotti locali.

Si inizia venerdì sera (2 dicembre) con la rinomata “Ostaia Pellegrin” di Romaggi e si prosegue sabato sera con la Trattoria “Da Paolino” di Camposasco per concludere la domenica con il pranzo da INOsteria a Calvari.

Oltre agli eventi legati ai piaceri della tavola, la Pro Loco di San Colombano Certenoli ha organizzato anche due incontri culturali di grande fascino e “mistero”.

Visita guidata a Villa Oneto

Sabato 3 dicembre infatti, con ritrovo presso il piazzale della Trattoria “Da Paolino” a Camposasco, si partirà per una visita guidata gratuita ai resti della misteriosa abbazia di Villa Oneto (ritrovo h 15.00) curata dall’architetto Osvaldo Garbarino.

L’edificio di culto appare in maniera suggestiva nel bel mezzo di una piccola radura tra alberi di castagno; la forma della chiesa, ispirata allo stile architettonico degli edifici di culto cristiani di rito orientale, fa ritenere che la chiesetta possa risalire a tempi assai remoti, come vorrebbe una radicata tradizione orale locale.

Note femminili

Domenica 4 dicembre alle ore 15.00 presso la Cappella di San Lorenzo a Calvari, sarà la volta dell’evento “Note femminili - le donne e la musica tra ‘600 e ‘700: conversazione in parole e musica”.
Ad una settimana dalla già trascorsa Giornata Contro la violenza sulle donne, la Pro Loco dedica un pomeriggio all'ascolto della musica creata dalle donne nel 1600 e 1700 e traghettata ai giorni nostri dal suono del clavicembalo di Barbara Petrucci e dalle sue parole.

Questa conversazione vuole presentare delle figure femminili singolari, che hanno fatto della musica la propria passione, la propria vita, la propria professione in un secolo fondamentale nella storia d’Europa, il Settecento, attraverso il suono del clavicembalo, lo strumento a tastiera più usato in quell’epoca.

Saranno proposti esempi musicali di Isabella Leonarda monaca (1620 - 1704), Elisabeth Jacquet de la Guerre (1666 - 1729), Teresa Agnesi (1720 - 1795), Jane Savage (1752 - 1824), Anna Bon (1738 - 1775 ca.), Anna Amalia di Prussia (1723 - 1787), Elizabeth Turner (1730 ca. - 1800 ca.), Suor Maria Eletta Pierandrei (1760 ca. - 1830 ca.).

L'artista

Barbara Petrucci, clavicembalista, è nata a Roma, si è formata musicalmente in Italia e in Austria; vive da anni a Camposasco (San Colombano Certenoli). In quasi mezzo secolo di attività ha suonato come solista e continuista al cembalo e al fortepiano in tante città d’Europa, negli Stati Uniti, in America Latina, Russia, Turchia, Yemen; ha registrato vari CD e ha scritto libri e articoli. Il suo impegno di interprete, didatta e ricercatrice vede la musica come elemento portante per ricreare le atmosfere culturali europee del Sei e Settecento.

Si occupa di donne musiciste dal 1982, in particolare di compositrici del XVIII secolo. Per quarant’anni è stata docente di clavicembalo nei conservatori italiani. Dal 1994 al 2021 ha insegnato clavicembalo, tastiere storiche e basso continuo al conservatorio “N. Paganini” di Genova.

Domenica la conclusione

Domenica 11 dicembre, giornata conclusiva de “La nocciola in tavola”, verrà celebrato a Calvari il “Nocciola Day” durante il Mercatino natalizio locale. Oltre al pranzo a base di polenta, sono previsti eventi gastronomici, in collaborazione con L’Istituto professionale Marsano, e sportivi in collaborazione con USD Calvarese Atletica e Team Più Sport (bicicletta).

L'elenco dei ristoratori aderenti

I ristoratori aderenti all’iniziativa: la storica Ostaia Pellegrin di Romaggi, all’Agriturismo e fattoria didattica Valle Chiappella (Val Cichero), ad Inosteriaa Calvari, continuando poi con Agriturismo Da u Casun do Larvego nella splendida cornice delle pendici del Ramaceto, la Trattoria Colomba a Celesia (Val Cichero) che svolge anche un prezioso servizio con l’attività di bottega alimentare e vendita giornali, l’Agriturismo Ape Bianca a Pregi (ValCichero) che ha riqualificato in questi ultimi anni diversi terreni strappati all’incolto e la “new-entry”Trattoria Da Paolino a Camposasco (già storica Trattoria Da Paola), unica attività commerciale all’interno della piccola frazione.

Tra le novità, c’è il riconoscimento dell’iniziativa sotto l’egida di Camera di Commercio di Genova che ha concesso all’evento l’utilizzo del marchio “Nocciola Misto Chiavari” (marchio di prodotto registrato a tutela e valorizzazione delle produzioni locali).

Seguici sui nostri canali