Spettacoli
lirica

Clip - Concorso Lirico Internazionale e Festival di Portofino: prosegue la gara

Gli appuntamenti dal 20 al 25 Luglio

Clip - Concorso Lirico Internazionale e Festival di Portofino: prosegue la gara
Spettacoli Golfo Paradiso, 23 Luglio 2021 ore 11:19

Le date

Portofino, Teatrino dal 20 al 23 esibizioni di selezione e semifinale
Camogli, Teatro Sociale, Recital dei Finalisti, 23 Luglio ore 16.00
Portofino, Piazzetta, Concerto di Gala Francesco Brioschi Editore, 25 Luglio ore 21.00

La collaborazione con il Teatro Carlo Felice

Dopo sei anni di costante crescita, senza mai cedere alla tentazione dello svolgimento online in ben due edizioni in stato pandemico, Associazione Musicale Giovanni Bottesini porta in Italia per il settimo anno consecutivo di Clip - Concorso Lirico Internazionale e Festival di Portofino, ben 238 giovani talenti da 52 paesi, inclusi i territori emergenti dell’opera quali l’Africa, forte della nuova collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova, ben sei vincitori per un totale di otto contratti nella stagione scaligera ’21-’22, nuovi nomi di grande prestigio nella giuria sempre più internazionale e un palco potenziato per il gala finale nell’iconica Piazzetta.

La giuria

Sempre guidata dal Presidente di Giuria Dominique Meyer, Sovrintendente del Teatro alla Scala, quest’anno la giuria di Clip7, che in 6 anni ha visto ben 20 teatri internazionali rappresentati, accoglie tre nuovi membri donne di indubitabile livello nel panorama mondiale: Sophie Joyce, Casting Director di Opéra National de Paris, Carolin Wielpütz, Casting Director di Theater an der Wien e Christina Scheppelmann, General Director di Seattle Opera, primo teatro americano coinvolto nella competizione.
Inoltre nel 2021 si inaugura la collaborazione con il Teatro Carlo Felice di Genova e con le sue compagini artistiche: oltre ad avere in Giuria il Sovrintendente Claudio Orazi, il più importante teatro Lirico della regione coprodurrà l’evento conclusivo, mettendo a disposizione la sua orchestra, guidata dal Maestro Sesto Quatrini, nell’iconica Piazzetta di Portofino il 25 luglio, su di un palco potenziato e sempre più spettacolare che renderà l’edizione di quest’anno di certo memorabile.

Una grande opportunità per i giovani talenti

CLIP è ormai considerato uno dei concorsi più efficaci nel mondo per il lancio della carriera artistica di talenti anche giovanissimi e sconosciuti, come ad esempio il soprano palermitano Federica Guida che, vincitrice a soli 22 anni nel ’19, nonostante le difficoltà pandemiche, ha inanellato da subito un anno di attività all’Opera di Vienna, il debutto in Scala, ben tre contratti nella prossima stagione scaligera, nonché il ruolo di protagonista femminile nel Gianni Schicchi cinematografico firmato da Michieletto.
Questa efficacia ormai consolidata nasce soprattutto dalla natura della giuria, composta da sempre solo da sovrintendenti e direttori artistici, scelta strategica pensata dal fondatore Francesco Daniel Donati per favorire da subito un rapporto spontaneamente diretto tra il committente e l’artista. Ed è proprio questa forza propulsiva che ha spinto, anche in due edizioni pandemiche, giovanissimi talenti da tutto il mondo ad affrontare viaggi sempre più complessi per ridare speranza e corpo al proprio sogno d’arte.
Inoltre, constatato un costante abbassamento dell’età dei concorrenti anno dopo anno a fronte di una qualità e maturità inversamente crescenti, CLIP7 ha preso un’altra fondamentale decisione strategica abbassando da quest’anno il limite d’iscrizione a 30 anni per tutte le vocalità ed affermandosi così come uno dei concorsi più giovani d’Europa, vera finestra sul futuro dell’arte italiana più famosa nel mondo.

Parla il Direttore Artistico

Sottolinea Francesco Daniel Donati, Direttore Artistico di CLIP:

"Crescere in un periodo così complesso è un risultato che ci riempie di emozione. Il merito è del grande lavoro di squadra e dell'impegno del presidente onorario Monique Pudel e dei Maestri Dominique Meyer e Gianni Tangucci. I nostri sforzi però sono ripagati dai successi dei vincitori e dal coinvolgimento di tanti amici che rendono CLIP un concorso diverso da tutti gli altri, grazie alla loro ospitalità e al loro sostegno.”

Salvaguardare il Bel Canto

E proprio dopo due anni così difficili e punitivi per i giovani talenti è importante ringraziare chi non li ha abbandonati nella difficile costruzione di una carriera e di un futuro concreto, dunque gli sponsor e i mecenati che, nonostante il momento di così grave crisi collettiva, sono addirittura aumentati, dimostrando che esiste un’imprenditoria etica che non vuole abbandonare i ragazzi di tutto il mondo e i loro sforzi di studio ed impegno a salvaguardia del futuro della civiltà del Bel Canto, vera flagship dell’Italia nel mondo, costante strumento di divulgazione della nostra lingua in ogni angolo del pianeta e in definitiva vera matrice del concetto di “Made in Italy” da almeno quattro secoli.
Quest’anno Clip infatti si conferma come uno dei concorsi più gratificanti economicamente per le giovani voci, con un ammontare complessivo di 27.500 Euro e nuove iniziative utili per la carriera dei ragazzi, come la dama della moda italiana Raffaella Curiel che disegnerà e confezionerà un abito di haute couture per la migliore voce femminile, l’introduzione del nuovo premio dedicato all’amica di sempre Eva Kleinitz e la novità del premio per il miglior cantante italiano, l’invito ai vincitori ad esibirsi al Teatro dell’Opera Nazionale Lituana diretta da Sesto Quatrini, ma anche al Rapallo Festival il 26 luglio, infine la borsa di studio offerta da Mascarade Opera al Palazzo Corsini di Prato.

Gli Sponsor
Main Sponsor – Francesco Brioschi Editore
Sponsor – Pirelli (nuovo partner), Loro Piana (nuovo partner), Belmond (nuovo partner), AVM Asset Value Management, AR92 LandCo. Property Savills, Banca Passadore, Palazzo Borromeo (nuovo partner), Biondelli Franciacorta, Faraone Gioielli, NO NAME By Raffaella Curiel (nuovo partner), Cracco Portofino (nuovo partner).

VINCITORI CLIP E CONTRATTI
2020
1° premio Caterina Maria Sala: Teatro alla Scala di Milano, cancellato per Covid
2019
1° Premio Federica Guida: Teatro Staatsoper di Vienna, Teatro alla Scala di Milano
2° Chuan Wang: Teatro alla Scala di Milano, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Best under 25 Antonio Paolo Nevi: Teatro alla Scala di Milano
2018
1° Ivan Ayon Rivas: Teatro la Fenice di Venezia, Teatro La Monnaie di Bruxelles, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Massimo di Palermo, New National Theatre di Tokyo.
3° Premio Benedetta Torre: Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
2017
1° Premio Szilvia Voros: Teatro La Monnaie di Bruxelles, Teatro Staatsoper di Vienna
1° Raehann Bryce Davis: Teatro Massimo di Palermo, Théâtre du Capitole di Tolosa
2° Premio Alexander Roslavet: Staatsoper di Vienna, Teatro La Monnaie di Bruxelles
3° premio Chiara Isotton: Teatro Capitole di Tolosa, New National Theatre di Tokyo, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro alla scala di Milano.
2016
1° Premio Lilly Jørstad: Teatro Staatsoper di Vienna, Teatro dell’Opera di Stoccarda, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro La Monnaie di Bruxelles
2° Premio Leon Kim: Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Azer Zada: Teatro la Fenice di Venezia, Teatro Bolshoi di Mosca
2015
1° Premio Maria Nazarova: Teatro Staatsoper di Vienna, New National Theatre Tokyo

Chi è Francesco Daniel Donati

Francesco Daniel Donati nasce a Innsbruck nel 1982. Consegue nel 2008 la laurea a pieni voti in Giurisprudenza presso l’Università di Pavia. Dopo la laurea svolge per qualche anno attività di consulenza giuridica presso uno studio notarile, parallelamente all’organizzazione di eventi culturali e musicali.
Scoprendo una passione sempre più forte per tale attività, nel 2013 frequenta il Master in Management dello Spettacolo (MASP) presso l’Università Bocconi in collaborazione con l’Accademia della Scala e il Piccolo Teatro di Milano, consacrandosi definitivamente alla promozione culturale e musicale.
Al Master segue un’esperienza lavorativa presso l’Opéra National de Paris, dove vede realizzato il suo progetto di tesi che ipotizzava una collaborazione tra l’Opéra e il Franco Agostino Teatro Festival.
Nel 2009 fonda l’Associazione Bottesini con lo scopo di promuovere la riscoperta e la valorizzazione dei musicisti cremaschi, tra i quali F. Cavalli, G.Bottesini, S. Pavesi e G. Gazzaniga. Nello stesso anno è ideatore e direttore artistico della prima mondiale in epoca moderna dell’opera “Ero e Leandro” di G. Bottesini, recuperata dal manoscritto autografo dopo oltre un secolo di assenza dalle scene teatrali e con protagonista il basso Roberto Scandiuzzi. Dell’opera è stato realizzato un dvd distribuito dalla casa discografica Dynamic. Dopo “Ero e Leandro” si succedono importanti eventi musicali e operistici, collaborando con orchestre come la Filarmonica A. Toscanini di Parma, I Virtuosi Italiani, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice e I Cameristi della Scala e con artisti quali June Anderson, Roberto Scandiuzzi, Paolo Fresu, Enrico Fagone, Franco Petracchi e Salvatore Accardo.
A partire dal 2007 instaura il suo rapporto con l’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI) – Gruppo Giovani, del quale è stato presidente della Regione Lombardia tra il 2011 e il 2013 e consigliere nazionale. Con l’ADSI organizza per diversi anni la manifestazione “Cortili Aperti” a Milano e in altre città della Lombardia.
Il 25 aprile 2015 organizza a Crema il concerto dei contrabbassisti del Teatro alla Scala.
Nel 2018 è direttore artistico del Crema Film Festival.
Nel 2019 è stato consulente del Bologna Festival per le relazioni esterne.
Dal 2015 è direttore artistico del Concorso Lirico Internazionale di Portofino.
Dal 2016 è direttore generale dello storico concorso di contrabbasso Giovanni Bottesini.

Associazione Bottesini

L’Associazione Bottesini nasce nel 2009 da un gruppo di giovani cremaschi con gli obiettivi di valorizzare e promuovere il patrimonio musicale e culturale del territorio mediante la realizzazione di eventi di respiro nazionale e internazionale. L’Associazione esordisce lo stesso anno con la produzione in prima mondiale in epoca moderna dell’opera “Ero e Leandro” di Giovanni Bottesini su libretto di Arrigo Boito. Nel corso degli anni gli sforzi dell’Associazione si sono concentrati sempre più nella promozione della musica classica e della lirica, con particolare attenzione al sostegno e alla scoperta di giovani talenti. Oltre a concerti e rassegne musicali, i progetti principali sono il Concorso Lirico Internazionale di Portofino (CLIP), arrivato alla 5° edizione, e il Concorso Internazionale per Contrabbassisti “Giovanni Bottesini” (Concorso Bottesini), arrivato alla 7° edizione.
L’Associazione ha collaborato con orchestre quali la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra di Padova e del Veneto, I Virtuosi Italiani, i Contrabbassisti del Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica dell’Opera Italiana e con artisti quali Salvatore Accardo, June Anderson, Roberto Scandiuzzi, Franco Petracchi, Bruno Giuranna, Fabio Vacchi, Enrico Fagone e Paolo Fresu.