Tempo libero

"Un, due, tre... stella!" al Teatro di Cicagna

Oggi, domenica 20 novembre, alle 16

"Un, due, tre... stella!" al Teatro di Cicagna
Tempo libero Valli ed entroterra, 20 Novembre 2022 ore 11:33

Oggi, domenica 20 novembre, alle 16 al Teatro Comunale di Cicagna un omaggio all’attività teatrale del commediografo, regista e attore Lucio Dambra con lo spettacolo “Un, due, tre… stella!”, atto unico liberamente ispirato ad autori vari del teatro genovese e non, portato in scena da “La Nuova Compagnia Comica” con la regia di Tiziana Pezzi.

Lo spettacolo

La Nuova Compagnia Comica per ricordare Lucio Dambra ha deciso di mettere insieme un ventaglio di testi legati al suo lavoro e alla sua produzione teatrale che si è contraddistinto per originalità, stile, ritmo, freschezza, carattere e goliardia.

L’atto unico che si sviluppa in una residenza per anziani si ispira a Gieumo e Maurin fân guæra e si articola in una serie di racconti e storie, guidate e non, da Maurin che cerca di dimostrare a Giuemo quanta vivacità e leggerezza sia presente nelle vita che lieve non è.

I personaggi si muovono in una sorta di realtà onirica che consente lo sviluppo e l’intreccio di storie e racconti che hanno l’obiettivo di intrattenere e divertire con le imperfezioni e le manie che ci possono caratterizzare.

Con Piero Parodi, Paolo Bononi, Franco Testa, Fabio Cappello, Noris Fanti, Simona Grillo, Maurizio Pesce, Tiziana Pezzo.

Chi era Lucio Dambra

Lucio Dambra, scomparso nell’ottobre 2017 quando era ancora in scena lo spettacolo “Unn-a giornà do beliscimo”, ha svolto per e nel mondo del teatro un ruolo importante proprio per la ricchezza di esperienze e mansioni rivestiti: da attore a commediografo a regista. Anche solo il ruolo di attore lo ha visto sia nelle vesti di interprete maschile sia in ruoli femminili, nello stile della Compagnia Goliardica Baistrocchi e successivamente nei Bai-Bai-Calla.

Lucio Dambra, nasce a Reggio Emilia nel 1933, inizia la sua vita teatrale da ragazzo, dopo che la sua famiglia si trasferisce a Genova, nel Teatro della Parrocchia del Rimedio in Piazza Alimonda, dove conosce Piero Campodonico con il quale instaura un rapporto di amicizia  e spesso di collaborazione. Negli anni ’50, con Giovanni Borghi e Paolo Villaggio, partecipa agli spettacoli della Compagnia Baistrocchi. La sua esilarante interpretazione di prima donna, in stile Vanda Osiris, nella parte della “Violetera” ha un tale successo  che in alcuni spettacoli si contano tre quattro repliche della sua divertente performance. La sua attività nella Baistrocchi si conclude nel 1962 e dopo alcuni lavori nel teatro in lingua, inizia l’esperienza del teatro dialettale negli anni ‘80 alla “Sala Carignano”, il tempio del teatro genovese, gestita dal Circolo Mario Cappello. Nel teatro dialettale è stato attore, regista, commediografo e sovente tutte e tre i ruoli insieme.

Per ricordare alcune delle commedie di cui è stato regista A Begato? No ghe vaddo!, Ŭnn-a tranquilla ostaia in sce-e collinn-e, Il ritorno di fiammetta, A l’è voxe de popolo.

Nel 2003 fonda assieme a Piero Parodi e Maurizio Pesce la Nuova Compagnia Comica. Tra le regie: Impresa Trasporti, O spread o l’è colpa mae ma mi no saveivo, I manezzi pe majà ‘na figgia, Na giornà do beliscimo. Nel 2016 su incarico FITA, nel 50° della scomparsa di Gilberto Govi, è regista dello spettacolo Piggiase o mà do rosso o cartà. La commedia viene rappresentata al Teatro della Corte dai migliori attori liguri, con una fantasiosa ed efficace scenografia di Roberto Zizzo e una coralità da autentica commedia dell’arte.

I contatti per assistere allo spettacolo

Per prendere parte come pubblico, è possibile contattare il Teatro di Cicagna grazie ai seguenti contatti telefonici: 0185 1908295 - 349 0960750.

Seguici sui nostri canali