Chiavari comune riciclone non si accontenta: caccia a chi sgarra con la differenziata

A Chiavari non ci si accontenta del titolo di "Comune Riciclone" appena conseguito, e si punta a percentuali di raccolta differenziata ancora più alte: scatteranno nuovi controlli ed attività di sorveglianza

Chiavari comune riciclone non si accontenta: caccia a chi sgarra con la differenziata
Chiavari - Lavagna, 18 Gennaio 2018 ore 08:39

Differenziata, giro di vite nei confronti degli abbandoni e conferimenti scorretti: Chiavari punta in alto.

Più controlli e sorveglianza per il comune riciclone

Il Comune di Chiavari è al secondo posto in Liguria fra quelli con più di 15mila abitanti nella classifica delle città con le più alte percentuali di raccolta differenziata: al rispettabilissimo 63%, dietro alla sola, incredibile Sestri Levante punta di diamante ligure con l'eccezionale 75%. Ma l'obiettivo minimo è il 65%, e Chiavari non sembra voler essere seconda a nessuno: si annuncia infatti un giro di vite nei confronti dei trasgressori, ancora numerosi malgrado i risultati sin qui positivi. Dopo la fiera di Sant'Antonio partiranno più controlli incrociati, attraverso la sorveglianza, anche in borghese, il coinvolgimento dei cittadini e dell'Anaci per le segnalazioni di illeciti e l'utilizzo delle telecamere per individuare ed identificare coloro che si ostinano a conferire scorrettamente i rifiuti nei principali punti critici della città. Il tutto alla vigilia della posa delle nuove isole ecologiche: non solo dunque una, virtuale e virtuosa, competizione con la vicina Sestri Levante, ma più concretamente un progetto per una Chiavari più pulita e più rispettosa delle regole.