Multe, il T Red balza al 1° posto, ma sono zero gli incidenti nell'incrocio maledetto

Dal 20 giugno al 18 luglio, 534 multe, ma non si è registrato nessun sinistro all'incrocio tra corso De Michiel e corso Garibaldi

Multe, il T Red balza al 1° posto, ma sono zero gli incidenti nell'incrocio maledetto
Chiavari - Lavagna, 12 Settembre 2018 ore 18:50

Photored, divieto di sosta per il passaggio della spazzatrice e i mancati pagamenti per i posteggi blu. E’ questo il “podio” delle sanzioni effettuate quest’Estate, secondo il Comando della Polizia Municipale di Chiavari.

T-Red al primo posto tra le multe

Il “T-Red”, balza subito al primo posto tra le multe effettuate, dopo poco più di due mesi dalla sua installazione nell'incrocio tra corso De Michiel e corso Garibaldi. Come rivelato sulle pagine de Il Nuovo Levante, dal 20 giugno al 18 luglio sono stati 534 i verbali per passaggio col rosso o per aver superato la linea bianca d’arresto. Ma, ed è un dato importantissimo, nel maledetto incrocio che negli ultimi anni ha visto il verificarsi di gravi incidenti stradali, in più di tre mesi, non si sono verificati sinistri.

«Quelle con il T-Red non sono multe automatiche, ma immagini visionate e rivisionate prima di mandare i verbali – ha detto il Comandante della Polizia Municipale, Federico Luigi Defranchi Bisso -. Prima del semaforo non si può oltrepassare la linea d’arresto; la multa scatta se il mezzo supera le due linee virtuali (situate con la prima riga bianca e le strisce pedonali); non scatta se la striscia viene superata solamente con la ruota anteriore del mezzo».

Dopo il boom di multe iniziale, zero incidenti in tre mesi

Dopo il “boom” di multe avvenuto con il primo mese di installazione, le sanzioni quotidiane stanno diminuendo rapidamente: «L’opera di prevenzione sta portando i suoi frutti. Le sanzioni sono in diminuzione, grazie alla maggiore attenzione di chi guida. Ma i veri benefici dell’impianto si vedranno nel lungo periodo. Importante poi che in più di 2 mesi non si sono verificati incidenti. Negli anni in città, dove è stato possibile i semafori sono stati tolti e sostituiti con delle rotatorie. Nell’incrocio di corso De Michiel, non è possibile perchè non ci sono gli spazi per realizzare una rotonda».