Quando il culto dei morti diventa un cartone (da Oscar)

Coco, campione di statuette, tratta a lungo di usanze che si stanno perdendo

Quando il culto dei morti diventa un cartone (da Oscar)
Chiavari - Lavagna, 05 Marzo 2018 ore 10:11

Tra i premiati nella lunga notte degli Oscar, compare anche Coco, giudicato miglior film d'animazione. Distribuito dalla Walt Disney Pictures e prodotto e creato dalla Pixar Animation Studios, che tratta di un tema ancora caro a molti: il culto dei morti.

Coco, un viaggio bellissimo che affronta il tema della morte

Onorare chi non c'è più per i liguri è una cosa seria: c'è ancora interesse per le nostre tradizioni che si stanno perdendo. Ne è una prova l'interesse che aveva suscitato un nostro articolo sugli offizieu, i lumini colorati accesi alla Vigilia dei Santi e dei Morti illuminare il cammino nell’aldilà e nella vita umana, tradizione tutta nostrana: molti se li ricordano ancora.

La morte non è mai stata un tabù nei film di animazione della Dinsey che si sono susseguiti in questi anni, ma in questo caso è la protagonista, e quasi non ci fa paura. E' stata senza dubbio una scelta insolita e vincente quella della Pixar, quella di parlare di morti dall'inizio alla fine, ancora di più di sottolineare, dove ormai non lo fa più nessuno, l'importanza del culto dei morti, del ricordo di chi non c'è più. Il tutto in un'ottica colorata, di festa e di speranza, con la fantasia che contraddistingue i disegnatori della grande casa di distribuzione cinematografica.

C'è un bel collegamento tra Coco e la Liguria: ma per scoprirlo, dovete aspettare il prossimo numero de Il Nuovo Levante in edicola venerdì 9 marzo!

Claudia Sanguineti