Emergenza sanitaria

Toti: «I dati liguri sull’andamento Covid continuano a migliorare»

Il presidente ligure anticipa alcuni dei numeri dell'ultimo report, che segnala un calo dell'Rt nella prima settimana di novembre, che già si era notato attraverso i quotidiani bollettini regionali

Toti: «I dati liguri sull’andamento Covid continuano a migliorare»
Chiavari - Lavagna, 12 Novembre 2020 ore 13:33

«I dati valutati dal Ministero che monitorano l’andamento del Covid in Liguria continuano a migliorare». Così il presidente ligure in merito all’ultimo report – non ancora pubblicamente disponibile – del sistema di monitoraggio.

Toti: «I dati liguri sull’andamento Covid continuano a migliorare»

«Il report numero 26 arrivato oggi dal Governo e dall’Istituto Superiore di Sanità e che comprende il periodo dal 2 all’8 novembre indica i valori che fanno riferimento alla penetrazione del contagio nella nostra regione: i famosi Rt sono in discesa. L’Rt medio è infatti di 1,2 e l’Rt sintomi di 1,1», scrive il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti in un post sulla sua pagina Facebook.

«Per spiegare meglio –continua il governatore – quando la Liguria è stata classificata in zona arancione avevamo un Rt pari a 1.47 con picco di 1.52 a Genova. Inoltre gli indicatori per cui viene valutata la qualità dei dati forniti dalla nostra regione sono stati classificati tutti e quattro positivamente. Questo a dimostrazione che il lavoro incessante di chi da mesi fornisce tutti i paramenti richiesti dal Governo è accurato preciso e professionale».

Sarà effettivamente così? La domanda è lecita, perché le interpretazioni dei dati fatte da Toti non sono sempre state del tutto corrispondenti alla realtà, ma per avere maggiore certezze in merito attendiamo la pubblicazione da parte del ministero del documento di sintesi. Una cosa, però, va detta: a conferma dell’apparente calo dell’Rt ci sono i quotidiani numeri dei bollettini regionali, in qui quello delle nuove positività, al netto delle oscillazioni giornaliere dovute fra l’altro al numero variabile di tamponi elaborati, da diverso tempo ormai si è quasi stabilizzato, rallentando percettibilmente la propria crescita esponenziale. E questo è, a prescindere da tutto il resto e dalle altre criticità sistematiche in Liguria, soprattutto la pressione ospedaliera ed il fallimento del sistema di tracciamento, è sicuramente un buon segnale.

«Questo miglioramento – spiega Toti – è indubbiamente una notizia incoraggiante e dimostra come tutte le misure messe in campo da Regione prima dell’ultimo Dpcm e della divisione del Paese in fasce colore stiano dando i loro frutti. È importante perciò per far abbassare ulteriormente la curva del contagio continuare a rispettare le regole che ci siamo dati. Stiamo facendo tutti dei sacrifici alcune categorie economiche di più e per loro spero che i ristori da Roma arrivino in tempi celeri ma sono oggi confortato dal fatto che i dati dimostrino che stiamo andando nella direzione giusta. Non vanifichiamo perciò gli sforzi fatti fin qui e non abbassiamo la guardia perché senza la collaborazione di tutti non ne usciremo mai. La libertà di ognuno di noi finisce dove inizia quella degli altri. E si misura nel metro di distanza nell’indossare la mascherina e nel lavarsi le mani. Tutti hanno il diritto di essere liberi e di stare bene. Non dimentichiamolo!», conclude Toti.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità