Natale e Covid

Verso il dpcm: a Natale vietati spostamenti tra regioni per raggiungere le famiglie

Resteranno con ogni probabilità vietati gli spostamenti, possibili però eccezioni per genitori anziani e soli

Verso il dpcm: a Natale vietati spostamenti tra regioni per raggiungere le famiglie
Cronaca Chiavari - Lavagna, 29 Novembre 2020 ore 13:48

Il Governo è al lavoro per il nuovo Dpcm dedicato al Natale e alle festività dopo aver riportato la Liguria in zona gialla e Piemonte e Lombardia in zona arancione.

In queste ore si decidono le linee del dpcm di Natale

Primo punto fermo sarà presumibilmente il divieto di spostarsi da una regione all’altra per ricongiungersi con i famigliari a Natale. Sarà quasi sicuramente permesso rientrare nei comuni di residenza, ma attenzione: saranno vietate anche le classiche tavolate di parenti del veglione. Uno spiraglio di speranza per chi vuole raggiungere un parente malato o genitori anziani soli: dovesse essere permesso sarà certamente necessaria l’autocertificazione. Come sottolineato dal presidente dell’Istituto Superiore della Sanità Brusaferro un Natale senza regole porterebbe a una terza ondata a gennaio replicando l’errore di Ferragosto.

Restano alcuni punti fermi come il coprifuoco alle 22 con l’anticipo della messa di Natale da accordare con la Conferenza Episcopale. Negozi aperti in via eccezionale fino alle 21, bar e ristoranti chiusi come di consueto nelle ore serale e in aggiunta per tutto l’arco delle giornate di Natale e Santo Stefano. Impianti sciistici quasi certamente chiusi. Non è prevista la chiusura dei confini italiani ma chi dovesse tornare da una settimana bianca all’estero sarà posto in quarantena.

Per il veglione di Capodanno saranno previste quasi certamente le stesse regole di Natale, ristoranti chiusi, niente concerti in piazza, niente tavolate numerose e coprifuoco alle 22.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità