Politica
Elezioni chiavari

Ecco i candidati della lista Sinistra per Chiavari a sostegno di Mirko Bettoli

Tutti i nomi e i commenti

Ecco i candidati della lista Sinistra per Chiavari a sostegno di Mirko Bettoli
Politica Chiavari - Lavagna, 17 Maggio 2022 ore 06:53

Nella serata di ieri, lunedì 16 maggio, presso il point elettorale di Corso Montevideo 5 la lista “Sinistra per Chiavari” ha presentato i candidati al consiglio comunale che correranno a sostegno di Mirko Bettoli Sindaco di Chiavari.

I candidati

Ecco le candidate e i candidati della lista Sinistra per Chiavari.

Emilio Acacia, 42 anni, educatore

Francesca Cafferata, 31 anni, operatrice socio sanitaria

Francesco Colopi, 31 anni, archeologo

Pietro detto Pedro Cuneo, 61 anni, farmacista

Alessandro De Leo, 52 anni, educatore

Lara Maggiali, 47 anni, Dipendente dell'agenzia delle dogane

Marco Marubbio, 52 anni, operaio

Enrico Massaro, 45 anni, capo cantiere

Alessandro Pasquetti, 58 anni, dipendente delle poste italiane

Lorena Raffo, 61 anni, ausiliaria ospedaliera

Silvana Saya, 64 anni, pensionata

Massimo Ugolini, 63 anni, collaboratore scolastico

Giulia Vassallo, 30 anni, imprenditrice e pasticciera

I commenti

Alessandro Pasquetti, coordinatore di Tigullio Possibile ha introdotto l’incontro:

“La Lista Sinistra per Chiavari è presente alle Amministrative locali in appoggio, convinto e leale, al Candidato Sindaco Mirko Bettoli. Tale lista incarna in maniera pregnante i valori e le istanze peculiari delle idee di Partecipazione, Solidarietà, Inclusione e Tutela del Territorio che sono i pilastri per programmare e gestire una sostenibile e coesa esistenza di una Comunità. Le Donne e gli Uomini che danno vita alla Lista Sinistra per Chiavari hanno competenze professionali ed esperienze personali che li hanno sempre visti protagonisti e sostenitori instancabili di idee ed azioni rivolte al benessere delle Persone, alla creazione di progettualità per lo sviluppo economico e produttivo, alla salvaguardia ed alla cura dell’Ambiente. Chiavari ha necessità di recuperare alcune tematiche che non sono state purtroppo nell’agenda e nell’operato delle precedenti amministrazioni. Sinistra per Chiavari vuole che si riparta dalle Persone e dalle Comunità con progetti e misure adeguate per renderle veramente protagoniste di progettare il proprio futuro e poter pienamente scegliere così di vivere al meglio questa cittadina. L’universo della Cultura deve essere lo spunto e lo stimolo per creare, recuperare e valorizzare sia le competenze che le infrastrutture necessarie che fanno parte della storia di Chiavari che possa traguardare a divenire la Capitale della Cultura del Tigullio. Sinistra per Chiavari ritiene che l’ambiente terrestre e marino debbano diventare anche un volano produttivo. Per questo è necessario che venga salvaguardato e tutelato; l’inclusione nel Parco di Portofino diventa dunque una garanzia su cui poter sviluppare tali opportunità. Mirko Bettoli e la sinistra da oggi sono, sempre e solo, per Chiavari.”

Il candidato Sindaco Mirko Bettoli torna sui temi centrali del suo programma elettorale:

“Lo dico ad ogni iniziativa e lo ripeterò sino alla fine della campagna elettorale e anche oltre, insistendo anche a costo di risultare ripetitivo: le opere per una città sono importanti e fondamentali, ma se non si pensa alla comunità e alle persone non si amministra dignitosamente e non si lavora per trasformare davvero Chiavari in una città a misura di persona, per tutti e tutte.”

Il programma

Alcuni dei punti citati oggi del programma, che nei prossimi giorni la colazione descriverà nel dettaglio:
· Abbattimento di tutte le barriere architettoniche in due anni;

· Riprogrammazione degli strumenti per il decoro e la pulizia della città: perché Chiavari deve essere pulita, senza l’utilizzo del sistema sanzionatorio per fare cassa

· Abbonamenti per i parcheggi per i residenti: tariffe ad hoc per i residenti, con un servizio di abbonamento e sosta dedicata.

· La necessità della mobilità dolce e attiva che deve essere incentivata dalla Amministrazione, in tutto il comune di Chiavari: centro storico ciclopedonale, di aree più periferiche zone 30 e di come dovrà essere tutto collegato con il Parco Fluviale dell'Entella e con la ciclovia dell'ardesia.

· Consumo zero di suolo, bisogna restituire alla città, a Chiavari e ai chiavaresi, gli spazi già presenti ed inutilizzati.

· Il Parco Nazionale di Portofino: Chiavari deve essere protagonista nella nascita del Parco Nazionale, che non sarà solo una ricchezza ambientale e naturalistica di pregio, ma può diventare un vero e proprio volano per la nostra economia e per il turismo, Chiavari diventerà la porta del Parco Nazionale di Portofino, attraverso la Collina delle Grazie.

Un ultimo passaggio poi sulla vicenda alle cronache cittadine: l’ennesimo atto vandalico ai danni della memoria e della nostra storia, con il Giardino della Memoria deturpato da tre svastiche.

“Ho subito espresso la piena solidarietà per questo attacco fascista, vile e vigliacco che infanga la nostra storia, la nostra memoria e le nostre origini. L’Anpi di Chiavari è un prezioso presidio di civiltà e di cultura antifascista, da parte nostra avranno sempre pieno sostegno.”

Il sostegno

Presenti a sostegno della lista “Sinistra per Chiavari” e la candidatura di Mirko Bettoli Luca Pastorino, Parlamentare e Sindaco di Bogliasco, che ha dichiarato:

“A Chiavari è stata costruita una proposta davvero buona, importante e in grado di vincere. E questa lista la completa e la arricchisce in modo naturale per offrire alla città una guida sicura e attenta alle esigenze e alle aspettative di tutti”.

Ferruccio Sansa, Consigliere Regionale capogruppo de “Lista Sansa” e promotore della lista “Europa Verde-Linea Condivisa Genova” che ha commentato l’esperienza di Chiavari

“importante per proporre un modello nuovo di sviluppo per la Liguria. Tutta, non solo quella delle grandi città. Un modello capace di tutelare il territorio - la nostra più grande ricchezza - ma anche di offrire lavoro e di garantire il benessere dei cittadini. Abbiamo bisogno di una classe dirigente che si impegna con passione, idee nuove e competenza ed è garanzia di uno sviluppo vero, libero da condizionamenti e da infiltrazioni che rischiano di mettere radici nella nostra regione.”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter