Menu
Cerca

Oggi si vota: seggi aperti fino alle 23

Lo spoglio inizierà a partire dalle 23 per le europee mentre per le comunali bisognerà attendere domani alle 14

Oggi si vota: seggi aperti fino alle 23
Politica Chiavari - Lavagna, 26 Maggio 2019 ore 07:49

Oggi si vota. Seggi aperti fino alle 23

Lo spoglio inizierà a partire dalle 23 per le europee mentre per le comunali bisognerà attendere domani, alle 14

Dalle 7 di questa mattina seggi aperti anche in tutto il Levante. Sono oltre 150mila i levantini che si recheranno nei seggi per esprimere le proprie preferenze per le elezioni europee. (leggi qui). In 23 comuni del compresorio si voterà anche per il rinnovo dell’amministrazione.

Si tratta dei comuni di Avegno, Borzonasca, Carasco, Castiglione Chiavarese, Cogorno, Coreglia Ligure, Lavagna, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Mezzanego, Moconesi, Moneglia, Ne, Neirone, Rapallo, Recco, Rezzoaglio, Santa Margherita Ligure, Santo Stefano d’Aveto, Sori, Tribogna, Uscio.

Lo spoglio inizierà a partire dalle 23 per le europee mentre per le comunali bisognerà attendere domani, lunedì 27 maggio, alle 14.

Come si vota alle europee

L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore grigio. È possibile esprimere fino a un massimo di tre preferenze, scrivendo il nome e il cognome o solo il cognome nelle apposite righe poste a fianco del rettangolo che contiene il contrassegno della lista votata, (cognome e nome nel caso ci siano candidati omonimi). Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. Non è ammessa l’espressione del voto con indicazioni numeriche.

Come si vota alle comunali

L’elettore esprime il suo voto in una scheda di colore blu. L’elettore ha più opzioni: può tracciare un segno solo sul candidato alla carica di sindaco (il voto viene attribuito solo al candidato sindaco); può tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco oppure sia sul candidato sindaco e su una delle liste collegate (in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista); può tracciare un segno sul candidato sindaco e un segno su una lista non collegata, esprimendo il cosiddetto voto disgiunto (il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata: il voto disgiunto è possibile solo nei comuni sopra i 15mila abitanti); può esprimere una preferenza scrivendo il cognome di un candidato a consigliere comunale sulla riga a fianco del contrassegno della lista prescelta oppure due preferenze per altrettanti candidati a consigliere, purché i candidati indicati siano di sesso diversi e appartenenti alla stessa lista. Per i comuni al di sotto dei 5mila abitanti è possibile specificare una sola preferenza.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli