Politica
rete ferroviaria

Barriere acustiche, fronte comune dell'opposizione

Intervengono Garibaldi, Bettoli e Bertani

Barriere acustiche, fronte comune dell'opposizione
Politica Chiavari - Lavagna, 05 Gennaio 2023 ore 15:39

Dopo la notizia che l'amministrazione comunale convocherà un consiglio comunale straordinario per opporsi al progetto di barriere fonoassorbenti lungo la linea ferroriavia, intervengono i consiglieri di opposizione Silvia Garibaldi, Mirko Bettoli e Antonio Bertani, uniti dal no perentorio a un progetto contro il quale è già sorto in queste ore un comitato di cittadini.

La posizione del centro-sinistra

“Si tratta di un progetto fortemente impattante sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista abitativo e quindi anche di sviluppo turistico ed economico di Chiavari” commenta il consigliere comunale Mirko Bettoli del Gruppo consiliare Ora il Futuro- “si parla di muri alti fino a 7 metri, l’impatto su Chiavari sarebbe devastante”

“Ogni istituzione, di qualsiasi livello, insieme ai cittadini devono fare fronte comune per impedire che quest’opera prosegua: la pubblicazione dell’atto è avvenuta il 16 dicembre 2022 e sono previsti 30 giorni per le osservazioni per le definitive determinazioni, per cui vista anche la scarsità di giorni rimasti è obbligatorio che chiunque faccia la propria parte.” conclude il consigliere comunale Antonio Bertani del Gruppo Consiliare del Partito Democratico.

Accesso agli atti

"Mi fa piacere, così potremo avere un po' di informazione visto che fino ad oggi noi consiglieri comunali di minoranza abbiamo appreso tutto a mezzo stampa - commenta Silvia Garibaldi, capogruppo di Liberaldemocratici e riformisti -. Io ho fatto comunque richiesta di accesso agli atti perché è chiaro l'impatto dell'opera ma non la sua genesi. Visto che, però,  continua il silenzio e sembra volontà dell'Amministrazione non parlare di depuratore,un'opera a mio parere ancora più impattante perché non reversibile, ho chiesto di inserire una mozione urgente all'ODG dello stesso consiglio comunale che intende suscitare un dibattito su tale tema con ampio spazio di parola per tutti i consiglieri comunali di minoranza e maggioranza caratteristici dello strumento mozione.

Mi auguro che non ci siano reticenze e che si possa dibattere di entrambi gli argomenti con presenza di pubblico e partecipazione della cittadinanza".

Seguici sui nostri canali